In un mare di Gente. Festa del Beato Giuseppe Allamano

Pubblicato in I missionari dicono

Papa Francesco, al termine dell’Anno santo della misericordia, scriveva che «la Chiesa è chiamata a curare le ferite impresse nella carne di tanti, a lenirle con l’olio della consolazione, a fasciarle con la misericordia e curarle con la solidarietà e l’attenzione dovuta». 

La misericordia della chiesa e la sua solidarietà verso “le periferie esistenziali” scattano quando con occhio attento si guarda il mondo e le persone che lo abitano... come quel «mare di gente», soprattutto di poveri, che si riversava nel Santuario della Consolata di Torino. 

«Quanta gente accorre al Santuario!» - costatava l’Allamano; lui ci visse, quasi “immerso” e, attraverso il ministero della confessione, ma soprattutto nei quotidiani incontri con persone di ogni ceto e condizione, tastava il polso della città, si lasciava ferire dalle pene di cui veniva a conoscenza, avvertiva il dramma di troppi che vivevano in miseria, sfruttati o dimenticati da chi gestiva il potere pubblico.

Attraverso i suoi missionari e missionarie, la carità e l’attenzione agli altri dell’Allamano superarono i confini della diocesi e della patria. Le opere create in Africa fin dai primi anni, con il suo incoraggiamento e soprattutto con il suo sostegno concreto, lo stanno a dimostrare. Non si trattava soltanto di un’elemosina spicciola, quanto di un sistema di aiuto per elevare, con dignità, tutto l’ambiente. 

Questo obiettivo, i suoi missionari tentarono di realizzarlo nel contatto quotidiano e diretto con la gente, attraverso soprattutto la “visita ai villaggi”. Fu questo un mezzo apostolico duro e faticoso, spesso carico di delusioni. Ma l’Allamano ci teneva troppo, avendo constatato quanto fossero importanti e insisteva continuamente perché i missionari vi rimanessero fedeli, indicando loro perfino il metodo delle visite, che non dovevano ridursi a semplici passeggiate, ma a degli autentici incontri. Le visite ai villaggi costituiranno, nel metodo missionario dell’Allamano, “gli occhi e il cuore” per leggere, capire e cambiare la realtà, attraverso il contatto giornaliero e fedele con la gente. 

Guardando, allora, all’Allamano, “immerso in un mare di gente” e ai suoi primi missionari, severamente esortati dal Regolamento a non trascurare la “visita ai villaggi”, possiamo cogliere la sua paterna esortazione ad essere Missionari e Missionarie della Consolata che, “senza rumore”, si dedicano ai poveri e agli ultimi, condividendone la vita e le speranze, le sofferenze e i sogni. In inglese si chiamano le 3L: “the least, the last, the lost” che significano: i più piccoli, gli ultimi e i perduti.

BUONA FESTA a tutti voi, sorelle e fratelli missionari e, BUONA FESTA, anche… alla gente con cui viviamo, che amiamo e serviamo!

 

Ultima modifica il Lunedì, 14 Febbraio 2022 17:22

Gli ultimi articoli

Padre James Lengarin: “25 anni di un Servizio al Dio della Moltiplicazione”

19-07-2024 I missionari dicono

Padre James Lengarin: “25 anni di un Servizio al Dio della Moltiplicazione”

“Ci sono due immagini che mi hanno sempre accompagnato nel mio sacerdozio. La prima è l'immagine del pastore, profondamente legata...

XVI Domenica del TO / B -“Venite in disparte e riposatevi un po’”

18-07-2024 I missionari dicono

XVI Domenica del TO / B -“Venite in disparte e riposatevi un po’”

Ger 23,1-6; Sal 22; Ef 2,13-18; Mc 6,30-34 Nel vangelo Marco ci presenta Gesù come un vero pastore il cui sguardo ...

Percorso spirituale: “Il Fondatore e l’Eucaristia”

17-07-2024 Allamano sarà Santo

Percorso spirituale: “Il Fondatore e l’Eucaristia”

In continuità con il percorso spirituale proposto dalle due Direzioni Generali IMC - MC e in preparazione alla canonizzazione del...

Missionari laici della Consolata in Venezuela

16-07-2024 Missione Oggi

Missionari laici della Consolata in Venezuela

Prima di tutto vogliamo essere grati a Dio, alla Chiesa e ai Missionari della Consolata; la gratitudine è la nostra...

Mozambico. Non è mediatica, ma è una guerra

16-07-2024 Notizie

Mozambico. Non è mediatica, ma è una guerra

Una regione del Paese africano alla mercé della guerriglia islamista C’era ottimismo a Maputo, la capitale mozambicana. La guerriglia a Cabo...

Giustizia Riparativa e la “pedagogia allamaniana”

15-07-2024 Missione Oggi

Giustizia Riparativa e la “pedagogia allamaniana”

La Corte di Giustizia dello Stato del Paraná (Brasile) ha tenuto dal 3 al 5 luglio l'incontro sulla Giustizia Riparativa...

Perù: prima assemblea dei popoli nativi

14-07-2024 Missione Oggi

Perù: prima assemblea dei popoli nativi

I rappresentanti dei popoli nativi dell'Amazzonia peruviana, insieme ai missionari, si sono riuniti nella Prima Assemblea dei Popoli Nativi, che...

Padre James Lengarin festeggia 25 anni di sacerdozio

13-07-2024 Notizie

Padre James Lengarin festeggia 25 anni di sacerdozio

La comunità di Casa Generalizia a Roma festeggerà, il 18 luglio 2024, il 25° anniversario di ordinazione sacerdotale di padre...

Nei panni di Padre Giuseppe Allamano

13-07-2024 Allamano sarà Santo

Nei panni di Padre Giuseppe Allamano

L'11 maggio 1925 padre Giuseppe Allamano scrisse una lettera ai suoi missionari che erano sparsi in diverse missioni. A quel...

onlus

onlus