Equipe itinerante: cambiamenti nella realtà dei migranti venezuelani

Pubblicato in Missione Oggi

I missionari con una famiglia indigena

La pandemia di Covid-19 ci ha insegnato a cercare nuovi modi di vivere la missione adattandoci alle "nuove normalità" che cambiano anch'esse. Dobbiamo essere flessibili e fare progetti a breve termine, perché in poco tempo la realtà non sarà più la stessa. Questa è la situazione in cui la nostra Equipe Missionaria Itinerante dei Missionari della Consolata accompagna gli immigrati venezuelani a Boa Vista, Roraima.

La dispersione di più di 800 immigrati (indigeni e non) dell'ex comunità Ka Ubanoko, che all'inizio di quest'anno hanno dovuto lasciare il luogo dove erano stati accolti da marzo 2018, ha portato a un drastico cambiamento nell'accompagnamento dei venezuelani a Boa Vista. In Ka Ubanoko si era cercato di organizzare i migranti in modo autonomo, con l'appoggio dei loro capi (caciques). La comunità era composta da indigeni dei diversi gruppi etnici Warao, Pemon, Eñepa e Kariña e tutti condividevano lo spazio del vecchio Jóquei Club. Per questo motivo la dinamica dell'accompagnamento dell'Equipe Itinerante si era concentrata in modo prioritario su questa comunità e, fuori dai rifugi, si cercava di aiutare le famiglie che vivessero una situazione di estremo bisogno.

Ora come conseguenza della pandemia la situazione è cambiata: per  decisione dell'operazione Acolhida, coordinata dall'esercito brasiliano, i circa 850 migranti hanno dovuto abbandonare il centro per cui gli sforzi dell’equipe si sono dovuti estendere e diversificare. Alcuni indigeni hanno affittato case e abbiamo cercato di collaborare con le spese di affitto di vari gruppi famigliari; altri hanno raggiunto altri rifugi ma quelli che sono stati ospitati nell’Abrigo Floresta non sono contenti perché hanno perso la loro autonomia nella gestione della vita della comunità. Alcuni gruppi sono tornati in mezzo alla strada o si sono spostati verso altre città.

Le emergenze non si contano più e nel bel mezzo della pandemia, senza lavoro e con bambini piccoli, alimentazione e tetto sono le principali emergenze. La pandemia in Brasile è sempre più preoccupante. Una delle sfide che produce è il costante aumento dei prezzi degli affitti. Questo significa un ulteriore sforzo economico per i migranti che mai dispongono di un redditto consistente.

Priorità della missione

In mezzo a tante necessità, l'Equipe Itinerante ha dovuto scegliere alcune priorità: accompagnare gli indigeni Warao e altre etnie; aiutare le famiglie con bambini soprattutto nell'alimentazione; sostenere alcune famiglie con parte degli affitti; e unire gli sforzi con altre organizzazioni per sostenere un gruppo di famiglie indigene nell'organizzare la comunità su un nuovo pezzo di terra acquistato nel comune di Cantá.

Con l'esperienza di Ka Ubanoko, gli indigeni hanno voluto organizzare una comunità autonoma e libera secondo i loro valori culturali. Per loro, la vita nei rifugi non aveva futuro. La sfida era quella di collaborare con altre entità che servissero la stessa causa senza creare aspettative che non potessero essere soddisfatte. Era necessario continuare a incoraggiare i migranti nel loro protagonismo e, allo stesso tempo, lavorare in rete con altre organizzazioni e con la diocesi di Roraima.

Bambini indigeni a Boa Vista

L’equipe missionaria itinerante

Creata nel marzo 2018, l'Equipe Missionaria Itinerante è un'iniziativa dei Missionari della Consolata nel continente americano con la missione di lavorare in situazioni di emergenza come l'accoglienza degli immigrati venezuelani a Boa Vista, Roraima. Dall'inizio delle attività, 14 missionari delle circoscrizioni IMC di Brasile, Colombia, Venezuela e Canada-USA-Messico hanno partecipato in questa esperienza. Isaak Mdindile, Joseph Onyango e Claudio Cobalchini sono attualmente al lavoro.

 Joseph Onyango Oiye, IMC, è un missionario keniota in Messico e un nuovo membro dell'Equipe Itinerante a Boa Vista (RR). 

Ultima modifica il Venerdì, 16 Aprile 2021 16:26

Gli ultimi articoli

Bolivia. «Noi conosciamo l’Amazzonia. Ascoltateci»

21-06-2024 Notizie

Bolivia. «Noi conosciamo l’Amazzonia. Ascoltateci»

L’XI riunione del Foro social panamazonico (Fospa) Foresta pluviale e fiumi, ma anche 2,5 milioni di specie animali, 40mila specie floreali...

Maria Consolata, mistero d'amore e di vita...

21-06-2024 I Nostri Missionari Dicono

Maria Consolata, mistero d'amore e di vita...

Maria di Nazareth, lì mi piace ricordarti, nella vita di tutti i giorni,nel lavoro e nella cura,nella casa e nella...

Festa della Consolata: “Non hanno più vino”... “Fate quello che vi dirà”

19-06-2024 I Nostri Missionari Dicono

Festa della Consolata: “Non hanno più vino”... “Fate quello che vi dirà”

Messaggio del Superiore Generale, padre James Bhola Lengarin “Tutti abbiamo gioito, il 23 maggio scorso, alla notizia del riconoscimento del miracolo...

XII Domenica del TO / B - “Passiamo all'altra riva"

19-06-2024 Domenica Missionaria

XII Domenica del TO / B - “Passiamo all'altra riva"

Gb 38, 1. 8-11; Sal 106; 2 Cor 5, 14-17; Mc 4, 35-41 L’esperienza dolorosa della sofferenza alquanto assurda e ingiustificata...

Giornata Mondiale del Rifugiato 2024

19-06-2024 Notizie

Giornata Mondiale del Rifugiato 2024

Sono oltre 117 milioni le persone in fuga da guerre, persecuzioni e violenza a livello globale, almeno 1 persona ogni...

Il Beato Giuseppe Allamano e la festa della Consolata

18-06-2024 I Nostri Missionari Dicono

Il Beato Giuseppe Allamano e la festa della Consolata

Il 20 giugno è la festa della Consolata ed è la festa patronale dei Missionari e Missionarie della Consolata. È...

Colombia: Convegno Missionario Interculturale

18-06-2024 Missione Oggi

Colombia: Convegno Missionario Interculturale

“Siamo indigeni, afrodiscendenti, amazzonici, cittatini, sacerdoti e laici…” Un programma di teologia e prassi missionaria vissuta dai Missionari della Consolata in...

Missionarie della Consolata celebrano 100 anni di Consolazione in Etiopia

17-06-2024 I Nostri Missionari Dicono

Missionarie della Consolata celebrano 100 anni di Consolazione in Etiopia

Come meglio allora ringraziare il Signore per la Sua bontà? Arrivate in Etiopia nel marzo del 1924, le Suore Missionarie della...

Una serata a Senigallia per padre Matteo Pettinari

17-06-2024 Notizie

Una serata a Senigallia per padre Matteo Pettinari

La vita donata, la vita che chiede vita. La diocesi di Senigallia rende omaggio a padre Matteo Pettinari, IMC, a...

onlus

onlus