Festival della missione. L'arte del rammendo

Dante Carraro Dante Carraro Foto SMA
Pubblicato in Missione Oggi
Vota questo articolo
(2 Voti)
Etichettato sotto

Io sono arrivato al Cuamm (Collegio Universitario Aspiranti Medici Missionari) nel ‘94 e quindi ho iniziato in Africa questa mia vita da medico e da prete. Se uno mi chiedesse qual’è la cosa più rilevante che vedo nella nostra società europea, dovrei dire che vedo gente stanca, gente un po’ depressa, perfino gente un po’ musona. Non siamo più capaci di sorridere. 

Ho l’impressione che siamo diventati così perché sottilmente abbiamo incamerato dentro un approccio per cui vogliamo sostanzialmente tutto e subito. Quindi se quello che vuoi non succede immediatamente, allora non vali niente, non vale la pena, non ha significato e siamo vittime di una specie di delirio di onnipotenza che portiamo dentro a tanti livelli.

Penso anche alla categoria dei preti -io faccio parte della categoria, la difendo strenuamente e la promuovo- eppure stiamo sempre sottolineando il negativo.

Pensiamo invece all’Africa: i problemi sono così grandi! Abbiamo a che fare con povertà e con situazioni per le quali non sembra esserci possibilità di soluzione che, o molli tutto e dici che non vale la pena, oppure acquisti quel valore che tante mamme e tanti papà africani ci stanno insegnando e che io chiamo l'arte del "rammendo". 

Pensiamo concretamente nel 2014 quando ero in Serra Leone: c'era l'epidemia di ebola, una malattia mortale. Come fai ad affrontare una malattia così? Sei preparato a sufficienza? Ce la fai da solo? No! Lo devi per forza fare insieme e devi fare del tuo meglio. 

Quando arrivi a sera avrai avuto anche paura, ma sentirai che hai fatto qualcosa e che, nell'essere insieme, sarai riuscito a coltivare dentro di te, in un angolo del tuo cuore, una allegria e una forza che anima. Hai Risolto tutto? No! Ma vai a letto e dirai, "ho avuto una giornata difficile ma abbiamo coltivato l'allegria, domani avremo un'altra battaglia".

Ecco, questa è l'arte del rammendo: credo che faccia bene e possa far bene; è una cosa che in Africa mi ha fatto davvero bene. Ci vuole pazienza, ci vuole tenacia, ci vuole forza interiore e ci vuole lucidità nel sapere che i problemi sono tanti ma possiamo sempre rammendare assieme.

* Dante Carraro è sacerdote chirirgo e direttore del CUAM

Ultima modifica il Martedì, 22 Novembre 2022 01:05

Gli ultimi articoli

I Domenica di Avvento (Anno A) - Vegliat…

22-11-2022 Domenica Missionaria

I Domenica di Avvento (Anno A) - Vegliate dunque...

Is 2, 1-5; Rm 13, 11-14; Mt 24, 37-44 Vegliate dunque, perché non sapete in quale giorno il Signore vostro verrà La...

Leggi tutto

Festival della missione. Farsi carico de…

22-11-2022 Formazione missionaria

Festival della missione. Farsi carico del dolore della vittima

Voglio cominciare dicendovi che da 18 anni sto lavorando nel carcere femminile della città di Santiago del Cile: quando la...

Leggi tutto

Festival della missione. L'arte del ramm…

22-11-2022 Missione Oggi

Festival della missione. L'arte del rammendo

Io sono arrivato al Cuamm (Collegio Universitario Aspiranti Medici Missionari) nel ‘94 e quindi ho iniziato in Africa questa mia...

Leggi tutto

La pastorale afro in Brasile

22-11-2022 I Nostri Missionari Dicono

La pastorale afro in Brasile

Cos'è la Pastorale Afro? Approfittando di questo testo di padre Jalmir Matias de Oliveira, coordinatore della pastorale-afro nella diocesi di São...

Leggi tutto

La missione che illumina la nostra vita

22-11-2022 I Nostri Missionari Dicono

La missione che illumina la nostra vita

Abbiamo appena concluso il mese di ottobre, il mese missionario che, attraverso il messaggio di Papa Francesco per la Giornata...

Leggi tutto

Ordinato nuovo sacerdote Brasiliano per …

22-11-2022 Notizie

Ordinato nuovo sacerdote Brasiliano per la missione in Asia

La parrocchia di San Giovanni Battista, a Mauá (San Paolo) aveva una veste davvero festosa la mattina del cinque novembre...

Leggi tutto

Chi confida nel Signore è come il monte…

22-11-2022 Preghiera missionaria

Chi confida nel Signore è come il monte Sion: stabile per sempre.

Zaccaria, al momento dell'annuncio, inizia a fare i conti guardando solamente a se stesso e alla vecchiaia sua e della...

Leggi tutto

Chi semina nelle lacrime mieterà con gi…

16-11-2022 Preghiera missionaria

Chi semina nelle lacrime mieterà con giubilo

Nell'ultima parte del'Esortazione, Papa Francesco ritorna sulle motivazioni di fondo che debbono sostenere e accompagnare l'Evangelizzazione. Di fronte allo scandalo...

Leggi tutto

Originale cammino sinodale

16-11-2022 Notizie

Originale cammino sinodale

Era l'altra domenica a fine ottobre, subito dopo la messa, che siamo partiti. Come inviato dall'assemblea, era un piccolo gruppo...

Leggi tutto

Articoli correlati

onlus

onlus