Jul 07, 2022 Last Updated 5:14 PM, Jul 5, 2022

Un Regno da costruire

Visite: 3989 volte

{mosimage}

di Pino Galeone

Da preparare: un'icona di Cristo e un braciere con l'incenso.

CANTO

GUIDA - Nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen.
La grazia del Signore nostro Gesù Cristo, l'amore di Dio Padre e la comunione con lo Spirito Santo sia con tutti voi.

Tutti - E con il tuo spirito.

1° LETTORE
Ci sono forze che distruggono
le nostre case, le nostre città,
la nostra stessa vita.
Dio Padre ha tanto amato il mondo
da inviarci il suo Figlio Gesù Cristo
per ricostruire le nostre case,
le nostre città, la nostra stessa vita.

2° LETTORE
Dio Padre, che è all'origine di tutto,
ci ha inviato la sua Parola, il suo Verbo,
il Figlio suo, per rivelarci
il perché di ogni distruzione,
il perché di ogni caduta,
il perché di ogni fallimento,
per rivelarci come fare a ricostruire
ciò che è crollato,
ciò che è caduto, ciò che è fallito.

CANTO

1° LETTORE - C'è una storia molto antica, ma sempre attuale: gli uomini di Babele vollero costruire una grande torre, in antagonismo con Dio, ma finirono col non capirsi più.

2° LETTORE - Da allora la storia si ripete: l'uomo vede distrutto tutto ciò che costruisce senza Dio e contro Dio.

TUTTI - Se il Signore non costruisce la città vana sarà la fatica dell'uomo.

1° LETTORE - Costruire una casa senza seguire le leggi proprie della costruzione è da insensati, è lavorare per nulla: da un momento all'altro può cadere.

2° LETTORE - Una casa, una famiglia che non si costruisce sulla legge del vangelo va presto in rovina.

TUTTI - Se il Signore non costruisce la città vana sarà la fatica dell'uomo.

1° LETTORE - Così dice il Signore: "Quando farò giustizia... demolirò la casa d'inverno insieme con la casa d'estate e andranno in rovina le case d'avorio e scompariranno i grandi palazzi.
Oracolo del Signore" (Am 3, 14-15).

2° LETTORE - Così dice il Signore: "Chi ascolta queste mie parole e non le mette in pratica, sarà simile ad un uomo sciocco che ha costruito la sua casa sulla sabbia. E venuta la pioggia, sono straripati i fiumi, i venti hanno soffiato con violenza e la casa è crollata, e la sua rovina è stata completa" (Mt 7, 26-27) .

TUTTI - Se il Signore non costruisce la città vana sarà la fatica dell'uomo.

GUIDA - O Dio Padre, non possiamo costruire la nostra casa, la nostra città, la nostra famiglia senza la tua Parola, senza il tuo amore, che ci indicano come costruire tutto, con sapienza e stabilità. Perdonaci tutti i tentativi di costruire fuori dalla tua Parola e dal tuo amore. Te lo chiediamo per il nostro Signore e Figlio tuo, Gesù Cristo, che vive e regna con te, nell'unità dello Spirito Santo nei secoli dei secoli. Amen.

TUTTI - (a cori alterni)

O Dio, dentro la vita,
nelle vicende di ogni uomo noi cerchiamo
i confini di ciò che facciamo, ci interroghiamo
su ciò che viviamo, desideriamo una gioia
che non si rovini nelle mani, tendiamo
a una speranza che non si consumi,
aspiriamo ad un amore che ci renda felici,
attendiamo un futuro che non si arresti domani.

Noi cerchiamo una vita che sia degna
di essere vissuta: la cerchiamo
nella gioia e nella speranza,
nella tristezza e nell'angoscia di tutti gli uomini, nelle guerre assurde in
tutto il mondo.
O Dio, tu sei la nostra attesa. Sei tu
ciò che noi cerchiamo, anche senza saperlo.

Sei tu colui del quale abbiamo nostalgia,
anche se non ti pensiamo. Sei tu colui
che sempre attendiamo,
anche se chiudiamo la porta di casa.

Sei tu che invochiamo,
anche se non ti rivolgiamo la parola.
Sei tu con cui lottiamo,
anche se mai ti incontriamo.

Sei tu la nostra domanda,
anche se non ti interroghiamo.
O Dio, fondamento di ciò che ha vita:
tu sei sempre invisibile, eppure ti fai vicino
all'uomo e cammini con lui;
tu sei sempre indicibile e silenzioso,
eppure la tua parola risuona e si impone a noi.

Tu sei colui che è inudibile,
eppure percepiamo il suono della tua musica;
tu sei inafferrabile dalle nostre mani,
eppure sentiamo che ci stringi fra le tue braccia,
tu sei sempre misterioso,
eppure rendi affascinante la nostra esistenza.

Canto - (penitenziale)

Durante il canto viene introdotta un'icona di Cristo e posta su un supporto ben visibile.

1° LETTORE - Dio ci invia suo Figlio per insegnarci a costruire la nostra casa, la nostra famiglia, per creare i veri rapporti fra tutti.

2° LETTORE - Egli viene per far incontrare nuovamente quanti erano dispersi e far ritornare alle loro case coloro che sono fuggiti.

TUTTI
Il Signore ricostruisce Gerusalemme,
raduna i dispersi d'Israele, risana
i cuori affranti e fascia le loro ferite. (Sal 146)

1° LETTORE - Dice il Signore: "Ecco, io creo nuovi cieli e nuova terra, non si ricorderà più il passato, non si udranno più voci di pianto, grida di angoscia. Fabbricheranno case e vi abiteranno, pianteranno vigne e ne mangeranno il frutto. Non faticheranno invano" (Is 65, 17.23).

2° LETTORE - Chi ascolta le mie parole e le mette in pratica, sarà simile ad un uomo intelligente, che ha costruito la sua casa sulla roccia. È venuta la pioggia, sono straripati i fiumi, i venti hanno soffiato con violenza contro quella casa, ma essa non è crollata, perché le sue fondamenta erano sulla roccia (Mt 7, 24-25).

TUTTI
Il Signore ricostruisce Gerusalemme,
raduna i dispersi d'Israele, risana
i cuori affranti e fascia le loro ferite. (Sal 146)

1° LETTORE - Lettura di 2Sam 7, 1-16

Canto

1° LETTORE - Dio ci invia suo Figlio perché possiamo ricostruire tutto ciò che può esserci di sfasciato in noi, nella nostra società, nei nostri rapporti con gli altri.

2° LETTORE - Viene per edificare non con l'odio, ma con l'amore; non con la guerra, ma con la pace; non con la ricchezza, ma con la povertà.

TUTTI - (ritornello cantato)
Il Signore è la mia salvezza e con lui non temo più, perché ho nel cuore la certezza; la salvezza è qui con me.

1° LETTORE - Così dice il Signore: "Ecco restaurerò la sorte delle tende di Giacobbe e avrò compassione delle sue dimore. La città sarà ricostruita sulle rovine e il palazzo sorgerà di nuovo al suo posto. Ne usciranno inni di lode, voci di gente festante" (Ger 30, 18-19).

2° LETTORE - Così dice il Signore: "Ti ho amato di amore eterno. Ti edificherò di nuovo e tu sari riedificata, vergine di Israele. Di nuovo ti ornerai dei tuoi bambini e uscirai fra la danza dei festanti" (Ger 31, 3-4).

TUTTI - (ritornello cantato)

Il Signore è la mia salvezza e con lui non temo più, perché ho nel cuore la certezza; la salvezza è qui con me.

1° LETTORE - Lettura di Ef 2, 13-22

Canto

1° LETTORE - Il Signore ci invia suo Figlio per rifare l'uomo e ridonargli la vita.

2° LETTORE - Questo nuovo uomo può costruire la famiglia e la società che tutti attendono.

TUTTI - (cantato)

È bello cantare il tuo amore,
è bello lodare il tuo nome.
È bello cantare il tuo amore,
è bello lodare il tuo nome,
è bello cantare a te! (2 v).

1° LETTORE - "Il Signore plasmò l'uomo con polvere del suolo e soffiò nelle sue narici un alito di vita e l'uomo divenne un essere vivente... Il Signore plasmò con la costola, che aveva tolta dall'uomo, una donna e la condusse all'uomo" (Gn 2, 7.22).

2° LETTORE - "La mano del Signore fu sopra di me e il Signore mi portò fuori e mi depose nella pianura che era piena di ossa... Tutte inaridite. Mi disse: Profetizza su queste ossa... Io profetizzai e lo spirito entrò in esse e ritornarono in vita" (Ez 37, 1.14).

TUTTI - (cantato)

È bello cantare il tuo amore...
Viene bruciato dell'incenso, deposto ai piedi dell'icona.

GUIDA - O Padre, che ci chiami ad essere pienamente disponibili all'annuncio del tuo Regno, donaci il coraggio e la libertà evangelica per testimoniarlo e renderlo presente nella comunità in cui viviamo e la costanza per estenderlo al mondo intero.

TUTTI - Venga il tuo Regno, Signore!

GUIDA - Eccoci davanti a te, Signore della storia,
fratello solidale con gli uomini, Dio estroverso,
che hai impregnato della tua presenza
il tempo e lo spazio, gli abissi del mare,
i tumulti delle foreste
e le traiettorie del firmamento,
alfa da cui si diparte il compitare delle stagioni
e omega verso cui precipita la piena dei tempi,
scaturigine primordiale dei fiumi
delle umane civiltà, e ultimo approdo verso cui,
in un interminabile conto alla rovescia,
battono le sfere di tutti gli orologi terreni...
Noi ti contempliamo stasera
come archetipo della missione
che hai affidato alla tua chiesa:
quella di introdurre te nelle culture del mondo,

TUTTI - Venga il tuo Regno, Signore!

GUIDA
Ci hai consegnato il manuale pratico
di come la chiesa deve rapportarsi con le civiltà
che incrocia di volta in volta
sul suo plurimillenario cammino.
Grazie, perciò, perché ci hai modellato,
sul tuo esempio, lo stile missionario della chiesa.
Tu non sei venuto a civilizzare i poveri,
ma a evangelizzarli.
Non sei sceso a colonizzarci,
ma a stringere alleanze paritetiche con noi.
Non hai considerato l'umanità
come zona depressa
da occupare, sia pure a fin di bene,
con l'alterigia dei conquistatori,
ma come "partner" con cui stabilire e osservare intese bilaterali.

TUTTI - Venga il tuo Regno, Signore!

GUIDA - Rinnovaci con il tuo Spirito di verità, o Padre, perché non ci lasciamo deviare dalle seduzioni del mondo, ma, come veri discepoli, sappiamo discernere ciò che è buono e a te gradito per portare ogni giorno al mondo la speranza del tuo Regno. Per Cristo nostro Signore.

Canto finale

Recenti

XIV Domenica del Tempo Ordinar…

28 Giu 2022 Domenica Missionaria

Finestre sul mondo

28 Giu 2022 Finestra sul Mondo

La consolazione che viene da M…

27 Giu 2022 Preghiere Missionarie

Il perdono possibile e necessa…

27 Giu 2022 Missione Oggi

Mons. Elio Rama: "La missione è audace..."

Mons. Elio Rama: "La miss…

27 Giu 2022 I Nostri Missionari Dicono

Mi abbandono tra le braccia di Dio ed in quelle di Maria

Mi abbandono tra le braccia di…

27 Giu 2022 I Nostri Missionari Dicono

XIII Domenica del Tempo Ordina…

22 Giu 2022 Domenica Missionaria

Finestre sul mondo

22 Giu 2022 Finestra sul Mondo

La consolazione che viene da G…

19 Giu 2022 Preghiere Missionarie

Il carisma in movimento

Il carisma in movimento

18 Giu 2022 I Nostri Missionari Dicono