Sep 21, 2020 Last Updated 8:21 AM, Sep 20, 2020

XX Domenica - T. O. - Anno A

Pubblicato in Domenica Missionaria
Letto 155 volte
Vota questo articolo
(0 Voti)

Letture:
Is.56,1-7;
Sal.66;
Rm.11,13-15.29-32;
Mt. 15,21-28;  La donna Cananea. “Donna, davvero grande è la tua fede!”.

 

Ingresso:
O Dio, nostra difesa, contempla il volto del tuo Cristo.

Per me un giorno nel tuo tempio è più che mille altrove.

 

“Signore, pietà di me”: l’invocazione della donna ricorre nel vangelo per ben duecento volte: Kyrios in greco, Adonai in ebraico, Dominus in latino, Signore in italiano.

Invocazione che meglio di tutte indica Gesù quale Figlio di Dio: Signore cioè Dio dell’universo. Signore assiso sul trono di Dio. Signore che verrà come giudice.  Signore, davanti a cui tutto si inchina con umiltà.

Per tre volte la Cananea, prostrata, pronuncia questo nome, e questa espressione ricorre molto spesso nella liturgia eucaristica.

Nella Messa:

* per tre volte l’assemblea all’inizio, inchinata, riconosce il suo peccato ed invoca fiduciosa la misericordia di Dio: Kyrie eleison, Signore abbi pietà di noi.

* per tre volte rinnoviamo la nostra fede nel Signore cantando il Gloria: “Signore Dio, re del cielo” – “Signore, figlio unigenito Gesù Cristo” – “Signore Dio, Agnello di Dio”.

* Il celebrante si rivolge all’assemblea con “Il Signore sia con voi”: così iniziamo la liturgia eucaristica e ci salutiamo alla fine, prima della benedizione  nel nome del signore.

* L’espressione “Signore” è una invocazione ricorrente nella liturgia. Con fede ed umiltà sappiamo ripetere l’invocazione della Cananea.

* La ripetizione diventa parte della preghiera ed indica la nostra perseveranza nel bene.

L’episodio della Cananea  ci presenta tre indicazioni:

1. la cattolicità del messaggio di Gesù, che è diretto a tutti gli uomini di buona volontà senza distinzione di razza, cultura o scelte storiche o geografiche. Gesù compie questo miracolo fuori del territorio della Palestina, fuori del popolo d’Israele, il popolo eletto che Dio aveva scelto per preparare la venuta del Messia, fuori della lingua e cultura ebraiche: qui siamo in territorio pagano di cultura greca.

- La prima lettura di Isaia parla degli “stranieri” che aderiscono la Signore per servirlo ed amarlo… “li condurrò sul mio monte santo e li colmerò di gioia nella mia casa… i loro olocausti e sacrifici mi saranno graditi”…

- La seconda lettura presenta S. Paolo che annuncia la salvezza ai Romani, anch’essi pagani che accettano il Vangelo, in un contesto di cultura e di lingua latina.

2. la fede personale che è richiesta per raggiungere la salvezza: “Donna, grande è la tua fede”.

- la fede, donataci nel battesimo, cresce con un atto di volontà: voglio credere. Non è un atto di intelligenza, “Se capisco, credo”, ma di volontà, “la mia intelligenza non ce la fa a capire, ma ciò nonostante credo”.

- la fede è un dono di Dio che dobbiamo trafficare e non nascondere sotto terra. Trafficare vuol dire impiegare in modo che aumenti, rischiando magari.

- la fede è il mezzo che Dio ci dà per acquistarci meriti per il cielo, dove non ci sarà più né fede né speranza, ma regnerà solo la carità. La fede è come i gradini della scala che dobbiamo salire per arrivare al cielo.

- Come mezzo di salvezza, la fede va partecipata ai fratelli, insegnando loro come usarla per la propria salvezza.

3. Gli Apostoli: la loro meraviglia per il miracolo compiuto da Gesù avrà dato inizio a una nuova gioia di salvezza anche per i non ebrei. Avevano visto il “rifiuto” di Gesù - ascoltato la spiegazione data da Gesù (non è bene dare il pane ai cagnolini) – hanno meraviglia e gioia al miracolo compiuto. La gioia che dobbiamo avere noi quando un nostro confratello riceve una grazia da Dio… e con lui ringraziare il Signore.

Altro in questa categoria: XXI Domenica - T. O. - Anno A »
Devi effettuare il login per inviare commenti

Recenti

Le tre canoe amazzoniche del Sinodo

Le tre canoe amazzoniche del S…

19 Set 2020 I Nostri Missionari Dicono

Fe y Cultura, un binomio inseparable

Fe y Cultura, un binomio insep…

19 Set 2020 I Nostri Missionari Dicono

17 settembre: Beata Leonella (Rosa) Sgorbati MC, Religiosa e martire

17 settembre: Beata Leonella (…

16 Set 2020 I Nostri Missionari Dicono

Prevenire la radicalizzazione …

15 Set 2020 Finestra sul Mondo

Amazzonia: Repam compie sei an…

15 Set 2020 Finestra sul Mondo

Madagascar: A Mission of Courage and Patience

Madagascar: A Mission of Coura…

15 Set 2020 I Nostri Missionari Dicono

Pregare all'aperto durante il …

14 Set 2020 Preghiere Missionarie

XXV Domenica - T. O. - Anno A

14 Set 2020 Domenica Missionaria

Tempo del Creato. Cecilia Dall…

14 Set 2020 Missione Oggi

Consolata si congeda dalla Parrocchia di Nossa Senhora da Penha (Brasile)

Consolata si congeda dalla Par…

10 Set 2020 I Nostri Missionari Dicono