Feb 17, 2019 Last Updated 2:49 PM, Feb 17, 2019

CONGO RD - Un altro difensore dei diritti dell’uomo assassinato nel Sud Kivu

Categoria: Notizie
Visite: 97 volte

06 SL 3 primopiano 6599

“I difensori dei diritti umani di Uvira e Fizi nel Sud Kivu sono sgomenti per l'efferato assassinio del loro collega Masumbuko Birindwa, detto Aimable, un difensore dei diritti umani molto attivo e di grande esperienza” afferma un comunicato inviato all’Agenzia Fides dal CEADHO (Centro per l’Educazione, l’Animazione e la Difesa dei Diritti Umani) di Uvira, nel Sud Kivu, nell’est della Repubblica Democratica del Congo.

Secondo il comunicato, il 21 agosto Birindwa si era recato a Luberizi per partecipare a una riunione per il rilascio dei quattro operatori umanitari rapiti il 20 agosto nella stessa zona. Di ritorno a casa, Birindwa è stato rapito; il suo corpo senza vita è stato trovato nella boscaglia dopo 6 giorni.

“Questa orribile tragedia ha accresciuto la lista nera dei difensori dei diritti dell’uomo uccisi nel Sud Kivu, in particolare a Uvira e a Fizi” sottolinea la nota, che denuncia: “i difensori dei diritti umani sono costantemente vittime di minacce di morte, che li costringono a interrompere la loro normale vita, così come quella delle loro famiglie, al punto che molti sono costretti a richiedere temporaneamente asilo all'estero”.

Il CEADHO ricorda che diversi attivisti per i diritti umani “sono stati rapiti da persone non identificate, o talvolta da membri delle forze dell'ordine e di sicurezza; di alcuni si ritrovano i corpi senza vita; altri spariscono per sempre. I più fortunati sono sopravvissuti a tentativi d’omicidio rimanendo però feriti gravemente”.

All’inizio si ricorre alle minacce per fare pressione sui difensori dei diritti umani e intimidirli per interrompere la loro attività. Le minacce sono spesso anonime, inviate per telefono e tramite SMS e social network (Facebook, Messenger, Wathsapp, Imo, Viber ...) o raramente con messaggi scritti a mano. Se le minacce non sono sufficienti a fare desistere l’attivista, si passa alla violenza fisica.

Le ONG di Uvira e Fizi continuano denunciare le intimidazioni e le violenze di fronte all’opinione pubblica nazionale e internazionale, ma molto spesso non vengono ascoltate. (L.M.)


Recenti

Nepi: celebrazione della Festa del Beato Allamano

Nepi: celebrazione della Festa…

17 Feb 2019 I Nostri Missionari Dicono

Fátima: pellegrinaggio missionario annuale della Regione Portogallo

Fátima: pellegrinaggio missio…

17 Feb 2019 I Nostri Missionari Dicono

CIMI: cordoglio ai famigliari di Moussa Ba, morto nell’incendio della baraccopoli di San Ferdinando

CIMI: cordoglio ai famigliari …

17 Feb 2019 I Nostri Missionari Dicono

Roraima: Equipe Itinerante IMC apoia integração de venezuelanos

Roraima: Equipe Itinerante IMC…

16 Feb 2019 I Nostri Missionari Dicono

Mons. Arellano: apprendiamo dai popoli indigeni il giusto rapporto con il Creato

Mons. Arellano: apprendiamo da…

14 Feb 2019 Finestra sul Mondo

Lombardi: la risposta sugli abusi è un test della nostra credibilità

Lombardi: la risposta sugli ab…

14 Feb 2019 Finestra sul Mondo

IMC América celebra Bienio Vocacional

IMC América celebra Bienio Vo…

12 Feb 2019 I Nostri Missionari Dicono

Diocese de Roraima cria nova área missionária em Boa Vista

Diocese de Roraima cria nova …

12 Feb 2019 I Nostri Missionari Dicono

Il Papa al summit di Dubai: “Pensare a popoli e persone più che a capitali e interessi economici”

Il Papa al summit di Dubai: …

11 Feb 2019 Finestra sul Mondo

Asia Bibi. Ul-Malook (avvocato): “Non mi pento di averla difesa. Sono un bersaglio dei radicalisti”

Asia Bibi. Ul-Malook (avvocato…

11 Feb 2019 Finestra sul Mondo