L’UOMO CHE AVEVA PAURA DELLE STELLE

Pubblicato in Notizie

C’era una volta un uomo al quale non cresceva la barba, e per questo veniva chiamato Köse, il “senza barba”. Quest’uomo viveva con la moglie e non faceva assolutamente niente. La moglie sgobbava e Köse viveva del lavoro della moglie.  Un giorno la moglie lo rimproverò perché era stanca di lavorare anche per lui ma Köse risponse che quello era il suo modo di vivere e che le piacesse o no sarebbe rimasto tutto così.  La donna pensò quindi di escogitare qualcosa. Sapeva che il marito aveva paura delle stelle e così un giorno, dopo aver cucinato il pane, lasciò la pagnotta sulla soglia e quando venne buio chiese al marito di andarla a prendere. Nel cielo cominciavano a comparire le stelle e il marito chiamava: “Moglie! Moglie! E se poi le stelle mi divorano?”. La moglie cercò di convincerlo del fatto che le stelle non lo avrebbero divorato e così Köse uscì ma appena si chinò per raccogliere il pane la donna gli diede una pedata sul sedere e lo fece volare fuori di casa. Poi portò il pane in casa e sbarrò la porta. Köse era terrorizzato, e pregava la moglie di farlo entrare, ma lei fu irremovibile. Cammina cammina, Köse arrivò nel paese dei Dev, i mostri giganti. Köse disse che avrebbe lavorato in cambio di vitto e alloggio, così un Dev gli propose di andare a servizio da lui. Un giorno il mostro gli chiese di andare a riempire l’otre al pozzo. Köse prese l’otre, e andò al pozzo, ma per nopn faticare troppo, versò solo una scodella d’acqua nell’otre, poi ci soffiò dentro per gonfiarlo e ritornò a casa tranquillo roteando l’otre in mano. I mostri rimasero stupiti nel vedere la facilità con cui Köse portava un otre così pesante e ne approfittarono per chiedere di bere un po’. “Fratelli, prima bevo io, poi l’acqua che resta sarà vostra”. Si portò l’otre alla bocca e dopo avere fatto uscire tutta l’aria, si accasciò esausto. I mostri furono colti da grande stupore: di solito bevevano in dieci un otre di acqua al giorno. Così i giganti decisero all’unanimità di rispedirlo a casa dalla moglie offrendogli in cambio un sacco di denaro. Arrivato a casa Köse chiamò sua moglie e le disse: “Guarda un po’, ti ho portato un sacchetto pieno d’oro e un mucchio di stoffa. Sei sorpresa di quello che sono riuscito a guadagnare?”. “Se non ti avessi cacciato fuori casa non saresti tornato con tutto questo ben di Dio”. Da quel momento in poi marito e moglie iniziarono a rispettarsi, acquistarono terreni e iniziarono a spassarsela mangiando e bevendo perché erano riusciti ad ottenere tutto quello che volevano.

 

 

 

 

Ultima modifica il Giovedì, 05 Febbraio 2015 17:05
Altro in questa categoria: LA STORIA DELLE SPIAGGE WANGNIANG »

Gli ultimi articoli

Zio e nipote: Cafasso e Allamano

23-06-2024 I Nostri Missionari Dicono

Zio e nipote: Cafasso e Allamano

Lettura parallela della spiritualità di due uomini di Dio Il Beato Giuseppe Allamano iniziò da giovane una graduale scoperta della santità...

Festa della Consolata con un sapore afro-colombiano

23-06-2024 I Nostri Missionari Dicono

Festa della Consolata con un sapore afro-colombiano

Per i Missionari della Consolata il 20 giugno non è un giorno qualunque ma è la celebrazione della festa della...

XII Domenica del TO / B - “Passiamo all'altra riva"

22-06-2024 I Nostri Missionari Dicono

XII Domenica del TO / B - “Passiamo all'altra riva"

Gb 38, 1. 8-11; Sal 106; 2 Cor 5, 14-17; Mc 4, 35-41 L’esperienza dolorosa della sofferenza alquanto assurda e ingiustificata...

Bolivia. «Noi conosciamo l’Amazzonia. Ascoltateci»

21-06-2024 Notizie

Bolivia. «Noi conosciamo l’Amazzonia. Ascoltateci»

L’XI riunione del Foro social panamazonico (Fospa) Foresta pluviale e fiumi, ma anche 2,5 milioni di specie animali, 40mila specie floreali...

Maria Consolata, mistero d'amore e di vita...

21-06-2024 I Nostri Missionari Dicono

Maria Consolata, mistero d'amore e di vita...

Maria di Nazareth, lì mi piace ricordarti, nella vita di tutti i giorni,nel lavoro e nella cura,nella casa e nella...

Festa della Consolata: “Non hanno più vino”... “Fate quello che vi dirà”

19-06-2024 I Nostri Missionari Dicono

Festa della Consolata: “Non hanno più vino”... “Fate quello che vi dirà”

Messaggio del Superiore Generale, padre James Bhola Lengarin “Tutti abbiamo gioito, il 23 maggio scorso, alla notizia del riconoscimento del miracolo...

Giornata Mondiale del Rifugiato 2024

19-06-2024 Notizie

Giornata Mondiale del Rifugiato 2024

Sono oltre 117 milioni le persone in fuga da guerre, persecuzioni e violenza a livello globale, almeno 1 persona ogni...

Il Beato Giuseppe Allamano e la festa della Consolata

18-06-2024 I Nostri Missionari Dicono

Il Beato Giuseppe Allamano e la festa della Consolata

Il 20 giugno è la festa della Consolata ed è la festa patronale dei Missionari e Missionarie della Consolata. È...

Colombia: Convegno Missionario Interculturale

18-06-2024 Missione Oggi

Colombia: Convegno Missionario Interculturale

“Siamo indigeni, afrodiscendenti, amazzonici, cittatini, sacerdoti e laici…” Un programma di teologia e prassi missionaria vissuta dai Missionari della Consolata in...

onlus

onlus