Il meglio deve ancora venire

Il meglio deve ancora venire Foto SozziJA
Pubblicato in Missione Oggi
Vota questo articolo
(2 Voti)

Cari missionari, stiamo già per concludere questo anno 2022, che è stato senza dubbio un anno che ci ha lasciato molte benedizioni, sfide e novità. E in una data come quella di oggi, l'ultimo giorno dell'anno, più che guardare indietro per individuare successi e frustrazioni, siamo invitati a guardare avanti, con il cuore pieno di speranza, al nuovo anno che stiamo iniziando, che sarà pieno di nuove opportunità e possibilità per continuare a crescere, per continuare a contribuire a ciò che di nuovo e buono c'è in ognuno di noi, per continuare a costruire ciò che il Signore ha messo nelle nostre mani. Siamo convinti che il meglio deve ancora venire! Che ancora una volta abbiamo la preziosa opportunità di generare cambiamenti, trasformazioni e novità nella nostra vita personale, a livello comunitario, nell'Istituto e nella società in generale. 

Non tutto è stato detto e non tutto è stato fatto; non tutto è finito, né possiamo dire che "siamo già vecchi" o "non c'è più niente da fare". Il disfattismo, l'indifferenza, la passività sono i peggiori nemici dello spirito; e ricordiamoci che siamo nella fase dell'ascolto dello Spirito.

Il meglio deve ancora venire. E il meglio di ognuno di noi deve ancora essere pienamente rivelato. Il tempo liturgico dell'Avvento ci ha ricordato costantemente che qualcosa di buono deve ancora venire, che il deserto fiorirà, che un nuovo germoglio sta nascendo dal vecchio tronco, che le lance e le frecce usate per uccidere possono essere trasformate in strumenti di lavoro che servono a nutrire... E tutto questo sta già accadendo perché Dio è nato in una mangiatoia; e perché questa vicinanza di Dio all'umanità ci motiva a guardare a noi stessi come fratelli e sorelle che condividono la stessa dignità di figli e figlie di Dio. 

Nel suo messaggio per la Giornata Mondiale della Pace del 1° gennaio, Papa Francesco afferma: "... è giunto il momento di prendersi del tempo per interrogarsi, imparare, crescere e lasciarsi trasformare; personalmente e in comunità. È un tempo privilegiato per prepararsi al "giorno del Signore"... siamo consapevoli che tutti abbiamo bisogno gli uni degli altri; che il nostro tesoro più grande, anche se anche il più fragile, è la fraternità umana, fondata sulla nostra comune filiazione divina, e che nessuno può essere salvato da solo".

Sappiamo che il meglio deve ancora venire per ognuno di noi come individuo e anche per il nostro Istituto e la società in generale. Inizieremo l'anno 2023 pieni di aspettative e con la speranza che molte cose buone stiano per accadere e che sia ancora una volta riposta nelle nostre mani la possibilità che molte di quelle cose buone che devono ancora venire si realizzino e diventino realtà. 

Vi auguro un felice anno nuovo pieno di pace, armonia e della presenza della Misericordia di Dio.

* Juan Pablo de los Rios è superiore provinciale in Colombia

 

Gli ultimi articoli

Ucraina: “La vita è cambiata”

26-02-2024 I Nostri Missionari Dicono

Ucraina: “La vita è cambiata”

Sono passati due anni da quando la guerra in Ucraina è iniziata con l'invasione russa.  In tutto il mondo, le...

Leggi tutto

Conferenza Regionale programma la missione in Etiopia

26-02-2024 Missione Oggi

Conferenza Regionale programma la missione in Etiopia

I missionari delle missioni di Weragu, Gambo, Halaba, Modjo, pieni di zelo e con il cuore colmo di storie e...

Leggi tutto

L’angoscia del Papa per i rapimenti in Nigeria e le violenze in RD Congo

25-02-2024 Notizie

L’angoscia del Papa per i rapimenti in Nigeria e le violenze in RD Congo

Appello all’Angelus per i due Paesi africani. Francesco si unisce alla preghiera di pace dei vescovi congolesi auspicando “un dialogo...

Leggi tutto

La commemorazione dell’Allamano 1926

25-02-2024 Triennio Allamano

La commemorazione dell’Allamano 1926

Mons. Giovanni Battista Ressia (1850-1933), originario da una famiglia di contadini di Vigone (TO), fece i primi studi fino alla...

Leggi tutto

Corea: un abbraccio senza confini

24-02-2024 Missione Oggi

Corea: un abbraccio senza confini

Le speranze di padre Pietro Han, IMC, di arrivare un giorno alla riconciliazione fra le due Coree La foto si può...

Leggi tutto

Un regalo inaspettato

23-02-2024 I Nostri Missionari Dicono

Un regalo inaspettato

Un viaggio nella savana africana dove la dolcezza delle caramelle diventa la chiave che apre le porte alla connessione umana...

Leggi tutto

Enzo Bianchi e Ignazio Ingrao: "Cinque domande che agitano la Chiesa"

23-02-2024 Missione Oggi

Enzo Bianchi e Ignazio Ingrao: "Cinque domande che agitano la Chiesa"

Si è svolto giovedì 15 febbraio al Polo Culturale “Cultures And Mission” dei Missionari della Consolata a Torino l’incontro «Le sfide...

Leggi tutto

SECAM rilancia l'ufficio di collegamento dell'UA e nomina capo ufficio il P. Stephen Okello, IMC

23-02-2024 Notizie

SECAM rilancia l'ufficio di collegamento dell'UA e nomina capo ufficio il P. Stephen Okello, IMC

Il Simposio delle Conferenze Episcopali di Africa e Madagascar (SECAM) ha rilanciato il suo Ufficio di Collegamento dell'Unione Africana (SECAM-AU...

Leggi tutto

Missione Catrimani: incendi minacciano le comunità Yanomami

22-02-2024 Notizie

Missione Catrimani: incendi minacciano le comunità Yanomami

Come se non bastasse l'estrazione mineraria (garimpo) e la conseguente crisi umanitaria (influenza, malaria, malnutrizione, stupri, morte e distruzione dell'ambiente)...

Leggi tutto

Articoli correlati

onlus

onlus