Aug 14, 2018 Last Updated 10:01 PM, Aug 15, 2018

Atleti coreani a Seoul. Papa: le Olimpiadi della speranza

Categoria: Notizie
Visite: 166 volte

08 SL bandiera unificazione coreana

Sono arrivati sei funzionari della Federazione internazionale taekwondo, seguendo 229 cheerleader e 26 atleti di taekwondo. Le prove della troupe artistica arrivata ieri via nave. Capitano della squadra congiunta loda le nordcoreane e chiede al popolo di tifare per loro. Pyongyang annuncia: la sorella di Kim Jong-un sarà la prima Kim a visitare il Sud.

 

Sei funzionari della Federazione internazionale taekwondo (Itf) della Corea del Nord sono arrivati quest’oggi al Sud con un volo partito da Pechino per preparare la dimostrazione di taekwondo che coinvolgerà gli atleti di entrambe le Coree. È l’ennesimo ingresso di cittadini nordcoreani nel Paese, dopo l’arrivo nella stessa giornata di 280 persone, fra cui 229 cheerleader e 26 ginnasti di taekwondo.

La partecipazione degli atleti nordcoreani è possibile grazie alla riapertura dei dialoghi, iniziata con il discorso di inizio anno del leader nordcoreano Kim Jong-un, che raccoglieva il ramo d'ulivo presentato da Seoul. Che ha subito proposto i dialoghi intercoreani, partiti il 9 gennaio, e che hanno portato al via libera del Comitato olimpico internazionale il 20 gennaio. Papa Francesco applaude l’iniziativa delle "Olimpiadi della pace" – come molti sudcoreani le chiamano – e all’udienza generale di oggi ha affermato: “La tradizionale tregua olimpica quest’anno acquista speciale importanza: delegazioni delle due Coree sfileranno insieme sotto un’unica bandiera e competeranno come un’unica squadra. Questo fatto fa sperare in un mondo in cui i conflitti si risolvono pacificamente con il dialogo e nel rispetto reciproco, come anche lo sport insegna a fare”.

Oltre la squadra di taekwondo, ieri ha ormeggiato una nave che portava 140 membri della troupe artistica, oggi impegnati in esercitazioni in vista delle esibizioni di cui saranno protagonisti, a Gangneung e Seoul. Il loro arrivo via nave rappresenta un’eccezione al divieto di ormeggio che Seoul impone alle imbarcazioni che arrivano dalla Corea del Nord sin dal 2010. Inoltre, saranno le prime rappresentazioni artistiche di nordcoreani nel Paese dopo l’ultima nel 2002, quando un gruppo di 30 cantanti e ballerini si erano esibiti in un evento congiunto a Seoul.

Gli artisti si sono contraddistinti per il cappotto rosso con pellicciotto con cui sono scesi dal traghetto che li ha trasportati. Sebbene il loro arrivo sia stata occasione di proteste da parte di alcuni sostenitori del partito conservatore, l’atmosfera alle prove di quest’oggi era positiva; dopo iniziali reticenze, la troupe ha sorriso ai giornalisti e a un gruppo di residenti che la ha salutata esclamando: “Siamo una cosa sola”.

Lo stesso clima si respira agli allenamenti della squadra femminile congiunta di hockey. La decisione aveva provocato diverso malcontento fra i sudcoreani, che avevano lamentato che le nordcoreane avrebbero limitato le possibilità di vittoria della squadra. Oggi la sudcoreana Park Jong-ah, capitano della squadra, loda l’impegno delle atlete del Nord e afferma: “Quando sono arrivate non sapevamo come approcciarci a loro, ma ora ci siamo avvicinate molto… Spero che le persone sosterranno la nostra squadra, noi andremo in campo per impegnarci per loro”.

 

In più, oggi si aggiunge all’elenco degli arrivi un altro nome illustre. Dopo l’annuncio della visita di Kim Yong-nam, presidente dell’Assemblea suprema del popolo, Pyongyang comunica che Kim Yo-jong, sorella minore di Kim Jong-un, farà parte della delegazione ufficiale. La notizia è stata accolta in modo positivo dall’ufficio presidenziale di Seoul che la definisce una prova della “buona volontà” della Corea del Nord a celebrare i Giochi olimpici e a ridurre le tensioni. Nessun membro della famiglia Kim era mai entrato in Corea del Sud. L’arrivo dei delegati è previsto per il 9 febbraio, e la visita dovrebbe durare tre giorni.


Recenti

Maria Assunta

13 Ago 2018 Preghiere Missionarie

Claudio Perani, un anticipo de…

13 Ago 2018 Missione Oggi

Papa: Cari giovani camminate n…

13 Ago 2018 Finestra sul Mondo

La terra e chi l’abiterà nei p…

13 Ago 2018 Finestra sul Mondo

Festa dell’Assunzione della Be…

13 Ago 2018 Domenica Missionaria

Rechazo a la vida sexual libre…

11 Ago 2018 I Nostri Missionari Dicono

P. Josiah Okal: “Es tiempo de …

10 Ago 2018 I Nostri Missionari Dicono

Costa Rica: l’impegno della Ch…

09 Ago 2018 Finestra sul Mondo

Ricorrenze: quale fu l’impegno…

09 Ago 2018 Finestra sul Mondo

Venezuela: un paese anestetizz…

08 Ago 2018 I Nostri Missionari Dicono